Case history: come rendere mobile-friendly uno sito che non prevedeva il responsive design

case history come rendere mobile friendly uno sito che non prevedeva il responsive design
Da Google lo avevano promesso e si è puntalmente verificato: le pagine che presentano incompatibilità con i dispositivi mobile a partire dal 21 di Aprile nelle ricerche effetuate in mobilità vengono penalizzate rispetto a quelle che invece sono compatibili. Occorre quindi correre ai ripari, mettendo in piedi una strategia che tenga presente i dettami del responsive web design e renda visualizzabile correttamente il sito anche sugli schermi diversi dal classico desktop. Normalmente la

Internet Explorer, Drupal e i css

internet explorer drupal e i css
Internet Explorer, tra le mille rogne che presenta, ha anche quella che al massimo riesce ad importare in una pagina html al massimo 31 fogli di stile CSS. In alcune istallazioni particolarmente ricche di moduli, magari dove ogni modulo carica il proprio foglio di stile non è poi così impossibile arrivare a superare il numero di 31. Leggi la mia proposta per risolvere questo problema su wellnet.it

Compatibilità Crossbrowser

compatibilita crossbrowser
Quello che per molti è sinonimo di collegamento a internet, per noi, che ci dobbiamo lavorare, ie (leggi Internet Explorer, ma lo riconosci per e con il lampo) è il male assoluto. Specie le vecchie versioni: la 6 e la 7. Pubblico un link che spero giovi a molti: http://www.modernizr.com Una libreria che è molto utile per intercettare le caratteristiche di vecchi browser e facilita l'implementazione di workaround per renderli simili agli standard attuali. E infine un tool on line: IE Ren