Project management all’interno di ICT team strutturati

Project Management

Saper gestire i progetti, capire in pochi istanti quali sono i colli di bottiglia che rallentano la produttività dell’intero team, individuare chi può fare cosa conoscendo perfettamente i carichi di lavoro di ciascun membro del gruppo è probabilmente un’arte e una filosofia di vita.

Però con i giusti mezzi qualche buon risultato è possibile ottenerlo.

La prendo un po’ larga: oggi lo sviluppo di un sito web tocca una mole considerevole di aspetti, che difficilmente verranno elaborati da una sola persona. C’è il graphic designer che disegna l’interfaccia utente, c’è il backend developer che implementa le logiche di business, il frontend developer che monta le grafiche sulla struttura. Poi entra in scena il copy writer che scrive i testi alla fine arriva il seo che ottimizza per i search engine. Una serie di lavori che a seconda delle necessità vanno eseguiti in contemporanea oppure in cascata. Chi detta i tempi? Chi dirige i lavori evitando i tempi morti oppure che alcuni crollino sotto il peso dei task da chiudere?

Il project manager

e solitamente utilizza dei piccoli aiutini: il metodo Kanban è quello che va per la maggiore, però per quelli che non hanno una parete dell’uffico da tappezzare di fogliettini esistono in rete dei validi Collaboration Tools Software.

In questo elenco presenterò quelli con cui sono entrato in contatto diretto.

Open Atrium
Ovviamente non poteva mancare la soluzione Drupal based, questo significa che si può anche personalizzare perchè va installato in un proprio server, a differenza degli altri di questa lista che invece sono SaaS.
JIRA
Fornito da Atlassian, forse il più completo perchè si integra con altri strumenti di collaborazione come il controllo del versionamento (Git) e il bug tracking, issue tracking, oltre che ovviamente con molte altre funzioni per il project management.
LeanKit
Nella versione gratuita ha un limite a solo 10 utenti e 3 lavagne kanban. In quella a pagamento non c’e piú questo limite ed è possibile accedere ad un completo servizio di reportistica per valutare le performance del team e dell’avanzamento dei singoli task, oltre che all’integrazione con GitHub, Salesforce, Zendesk e molti altri servizi.
Asana
Molto valido, una delle cose utili è che si possono spezzettare dei macro task in minitask organizzati tra di loro. Il loro motto è “lavoro di squadra senza email”, direi che funziona. Piccola notizia di contorno: l’idea è stata messa in piedi da uno dei fondatori di Facebook, Dustin Moskovitz, per aumentare la produttivita dei dipendenti di Facebook.
Trello
Senza troppe pretese, ma alla fine è quello che utilizzo di più a livello personale. Ha tutto quello che serve per gestire in maniera efficente i progetti web. Assegnazione dei task, scadenziario, possibilità di commentare o di aggiungere allegati. Un’altra figata degna di nota è che Trello ha delle API pubbliche che possono essere interrogate e si integra con molte ricette di automazione IFTT.

Rispondi